email facebook twitter google+ linkedin pinterest
LAC Lugano Arte e Cultura

Daniil Trifonov, considerato uno dei migliori pianisti dell’ultima generazione, un vero fenomeno. Sabato 27 ottobre

Ore 19.00 Presentazione concerto

17.10.2018

«Il brillante pianista russo Daniil Trifonov è un vero virtuoso. Tutte le note sono sorprendentemente al loro posto ma anche, a loro volta, gloriosamente arricchite di colore, espressione e stile». Con queste parole, la rivista Musical America ha indicato nel ventitreenne pianista russo il migliore artista dell’anno 2018. Leggi l'articolo

Daniil Trifonov nasce a Nižnij Novgorod il 5 marzo 1991. Inizia a suonare il pianoforte all'età di 5 anni. Ha studiato dal 2000 al 2009 alla Scuola musicale Gnessin di Mosca nella classe di Tatiana Zelikman, già insegnante di altri nuovi talenti della scuola russa come Aleksej Volodin e Alexandr Kobrin. All'età di 17 anni ottiene il 5º premio al concorso Skrjabin di Mosca. L'8º Festival "Musica in Villa - Tigullio", colpito dal suo straordinario talento, lo fa suonare, il 21 agosto 2008 e, subito dopo, arriva primo alla terza edizione del concorso di San Marino, suonando il concerto n. 3 di Profof'ev. Trifonov tornerà ancora a "Musica in Villa - Tigullio" l'11 luglio 2009, in duo con il violinista Yuri Revich. Nel 2009, decide di perfezionarsi al Cleveland Institute of Music sotto la guida di Sergej Babajan.

Dal 2010, inizia la sua affermazione a livello internazionale. Nell'ottobre dello stesso anno si classifica come terzo al Concorso Chopin di Varsavia, vincendo inoltre il premio per la migliore esecuzione di una mazurka e ricevendo l'apprezzamento di grandi pianisti come Martha Argerich, Nelson Freire e Krystian Zimerman (che suonerà il 20.6.2019). Nel maggio del 2011 arriva primo al Concorso Arthur Rubinstein di Tel Aviv, vincendo anche il premio per la migliore esecuzione di un brano di Chopin, il premio per la miglior prova di musica da camera e il premio del pubblico. Appena un mese dopo, vince il Concorso Čajkovskij di Mosca suonando il Mephisto Waltz di Liszt, i dodici Studi dell'op. 25 e la Barcarola op. 60 di Chopin, la terza sonata di Prokof'ev, il Concerto n. 1 di Čajkovskij e il Concerto n. 1 di Chopin.

Nello stesso anno è uscito il suo primo cd per l'etichetta Decca che contiene un intero recital dedicato a Chopin.

Programma del concerto