venerdì 02 dicembre

Teatrostudio

  • Certificato COVID
    (> 16 anni)
  • Mascherina obbligatoria
    (> 12 anni)
  • Tracciabilità garantita

Fabrizio Casti, compositore e didatta
Sandro Mungianu, compositore e artista multimediale
Roberto Zanata, compositore e programmatore

Tutto è immerso in uno spazio sensibile, dove i piani scivolano, i contorni vibrano, i corpi sembrano sfumare. Equilibri che un niente può spezzare, spazio che si riforma man mano che lo si ascolta. Spectrum Memoriae è un progetto di trasfigurazione di dati scientifici in forma musicale e visuale, con il fine di ricreare uno spazio artistico senza peso e senza ombra ma in grado di respirare ed entrare in sintonia con i musicisti che lo occupano. La ricerca prende forma a partire da progetti installativi nei quali ricercatori artistici e scientifici hanno lavorato insieme condividendo la loro idea di futuro, interrogandosi sul modo in cui i dati possono aiutare a comprendere meglio le questioni ambientali e sociali che stiamo già vivendo. I dati non sono buoni o cattivi, semplicemente potenziano la nostra conoscenza del complesso ecosistema in cui viviamo. La sfida è quella di immergere il pubblico in questi dati e creare uno spazio che reagisce in base a come ci si muove dentro, come ci si sposta, fino a diventare parte attiva di questa trasformazione spaziale e sociale.

Una coproduzione OGGIMUSICA e LuganoMusica.
In collaborazione con il Conservatorio della Svizzera italiana.
Con il sostegno di Cantone Ticino-Fondo Swisslos, Città di Lugano e Pro Helvetia.