lunedì 05 dicembre

Sala Teatro

  • Mascherina obbligatoria
    (> 12 anni)
  • Tracciabilità garantita

Emmanuel Pahud, flauto
Alexander Melnikov, pianoforte

Ludwig van Beethoven
Sonata per flauto e pianoforte n. 8 in sol maggiore, op. 30 n. 3 (adattamento dall’originale per violino e pianoforte di Emmanuel Pahud)

Franz Schubert                
Introduzione e variazioni per flauto e pianoforte su Trockne Blumen, D 802

Wolfgang Amadeus Mozart       
Sonata per flauto e pianoforte in mi minore, K 304 (adattamento dall’originale per violino e pianoforte di Emmanuel Pahud)

César Franck                                     
Sonata per flauto e pianoforte in la maggiore, FWV 8 (adattamento dall’originale per violino e pianoforte di Emmanuel Pahud)
 

Emmanuel Pahud
Emmanuel Pahud è di casa a Lugano, dove è stato artista in residenza per la stagione di LuganoMusica 2018-2019. «Sto sempre pensando, e sognando, qualcosa di non convenzionale»: in quell’occasione aveva descritto così la sua residenza in un’intervista. Parole che potrebbero descrivere anche la sua ascesa al pantheon dei solisti più richiesti in tutto il mondo, cominciata con l’esperienza da primo flauto dei Berliner Philharmoniker a soli 22 anni.
Pahud era rimasto affascinato dalla Sala Teatro del LAC, «uno spazio bellissimo che permette a ogni tipo di combinazione musicale, dal flauto solo all’orchestra sinfonica, di risuonare». E infatti si era lasciato ispirare, con una Masterclass, quattro concerti da solista e da camera, che lo avevano visto affrontare ogni genere di musica, da Bach al concerto per flauto e orchestra commissionato a Eric Montalbetti.